sabato 29 novembre 2008

Case di pane, riunioni di rane...

Soffia una leggera brezza...
Ho aperto la finestra e la tenda s'è rigonfiata all'esterno come fosse una mongolfiera!
Ho già rifatto il letto...Non vi fa strano che già alle 7 e mezza il mio letto sia stato rifatto e ciò presuppone pure che sia stato arieggiato a sufficienza?!
Ho messo due sveglie sta mattina...Una alle 5.35, l'altra alle 5.40...Non ce n'è stato bisogno, alle 5.25 ero già svaglia, anche se c'ho messo dieci minuti buoni ad abbandonare le coperte!
Ieri sera sono stata con Andre fino a tardi...Ho dormito veramente poco, ma volevo sperimentare esattamente questa sensazione che sto vivendo in questo momento...
In questi anni (tanti!) di fazzolettone al collo e scarponi ai piedi ho vissuto un sacco di momenti di preghiera "in notturna", veglie, messe alle 5 del mattino, deserti...E se non si è mai vissuto uno di questi momenti non si può capire! Anzi, forse non si può spiegare! (Sto imparando il "politicamente corretto"!) Cioè io non lo so spiegare! (Meglio!).
Volevo sperimentare ancora una volta e questa volta con la mia comunità parrocchiale, a cui mi sento sempre più legata ultimamente, la pesantezza del sonno negli occhi che presto, insieme al buio che lascia la notte per far posto all'alba, lascia le mie palpebre perchè possano aprirsi per vedere la luce della gioia!
Oggi è cominciata la "Novena dell'Immacolata"...Non c'ero mai andata prima, alle 6 ogni mattina, la novena, poi la messa e poi la colazione tutti insieme!
Quest'anno ho anche un motivo in più (anzi due, anzi tre, anzi quattro...) per pregare insieme alla mia comunità, con un pò di sacrificio, certa che io venga ascoltata!
Buona giornata nella gioia del Signore!

1 commenti:

Emanuele ha detto...

Quand'ero più piccolino mi capitava di dormire a casa di mia zia... e la mattina, prima di andare a scuola, andavo a messa con lei alle 7.
Era bello, però effettivamente avevo un sonno... =)
Ciao,
Emanuele