giovedì 24 aprile 2008

L'ultimo. Poi libertà e dignità. Io ci credo

Andrea è venuto a prendermi e mi ha detto: “ti porto a fotografare una cosa”…

Sulle spine fino a Piazza Sett’Angeli.

L’unico dispiacere è che sia stato imbrattato proprio il muro della cattedrale della Città.

Il contenuto del graffito è notevole.

Ne avevo visto uno –singolo però e non alla Andy Warol!- già sul muro della facoltà un paio di giorni fa (anche lì l’unico dispiacere è stato vedere il muro da poco restaurato ridotto ad una tela di pittore).

Al TG è stato detto di tutto: che occorre un’indagine per capire chi è che “venera” ancora “l’ultimo” ed inneggia a lui non curante dei nuovi passi che sta compiendo la Città –nonostante gli ultimi risvolti politici a livello regionale- e per converso, che è un chiaro grido di sostegno alle forze dell’ordine affinché compiano l’ultima fatica. L’ultima. Poi libertà. Dignità di uomini liberi.

Io propendo per la seconda!

Ed anzi, mi piacerebbe che F.A. venisse a farmi un ritratto –col mio volto però!- sul muro di camera mia! Bravo F.A.! Ma la prossima volta però scegli un altro muro e lascia stare i bei muri della Città!

1 commenti:

-{ ginniyya al-bahr }- ha detto...

Occhi familiari...