martedì 1 luglio 2008

U' falaru...

Passo spessissimo di lì, il tipo è alto, magro, avrà 70 anni al massimo, ma ne dimostra molti di più...Sul suo volto perennemente oscurato da un paio di lenti da sole, si legge la fatica del tempo che passa pesante in un posto in cui fortunato o ci nasci o non ci diventerai mai. Lui in cerca di fortuna, è diventato "commerciante"...Dè che? Non c'è una categoria merceologica ben precisa nel suo "bazar"...
L'emporio in questione si trova all'albergheria ed è un magazzino (anzi da qualche tempo due magazzini uno di fronte all'altro) per lo più rifugio dei randagi del posto.
Cani, abiti di chissà quale moda freak, scarpe, stoviglie, specchi, spazzole, pigiami, lenzuoli, strofinacci...Di tutto c'è!
Io non gli ho mai visto concludere un affare, eppure ci passo spesso! Ma a chi potrà mai vendere una scarpa con la suola sfregata dall'asfalto, puzzolente ed usata? Mi chiedo se non sia solo un modo per continuare ad ingannare il tempo.
Accanto al cartello "cose siciliane", e per queste cose intendiamo degli strofinacci da cucina raffiguranti il carretto siciliano, da qualche giorno c'è anche il cartello "falaru"...Ed è in vendita pure ad una modica cifra...2 euro! "Mancu pì fallu"! (che per il continente significa: "oh! a buon mercato! Lo prendo subito! ...Il siciliano è così: ermetico!).
Ma cos'è il falaru??
Ahh! Il falaru! (E dal falaru deriva pure altra terminologia tipo "strafalara"...La strafalara è la donna rozza e sboccata, popolana il cui "abito d'ordinanza" è appunto il falaru!)
Il falaru è il grembiule da cucina (e nella foto se ne intravede un pezzo).
La Città è nota per i succulenti cibi ipercolesterolemici ed in ogni cucina che si rispetti non può mancare il falaru per raccogliere le gocce di salsetta di sarde o di brodo dei tenerumi!
Il tipo fa concorrenza a "Bassetti"! Mi raccomando donzelle in età da sposalizio: perchè andare da "Frette" per la dote? Vi ho dato già qualche dritta per i vostri acquisti prematrimoniali, non sottovalutateli!!
Fate tesoro dei miei consigli per gli acquisti!

6 commenti:

Emanuele ha detto...

Bellissimo questo termine, non credevo manco esistesse.
Comunque certi negozietti esistono anche grazie alle compagnie teatrali che si riforniscono li a bassissimo prezzo... ;-)
Ciao,
Emanuele

dudu ha detto...

Ah già! Non ci avevo pensato!
Comunque non credo che sia questo il caso...Dovresti farci un salto per renderti conto...Già solo olfattivamente...Che fetooooo! =/

Marcello ha detto...

=)...riesci sempre a farmi sorridere!!..e già.. il "falaru"!! accessorio indispensabile nella cucina di una buona donna siciliana che sa ben destreggiarsi tra pentole,fornelli e specialità culinarie!!!..che dire..anche questo fa parte di noi!!..rappresenta quel pizzico di colore in più che ci contraddistingue!...che belle cose...grazie di avermi reso il buon umore!e dunque:-"Venghino signore venghino..accattativi u falaru!!"-...ciao Ma...;-)

inandrea ha detto...

Probabilmente ero l'unico insieme ad Emanuele a non avere idea di cosa fosse...
Forse siamo troppo finulicchi?!:P
Meno male che c'è il mio amore che me le spiega sempre queste cose =*

dudu ha detto...

@Marcio: bellissimo! Sono contenta di aver attenuato "la pallitudine che c'è nell'aria"!! Ma tu sei il sole, non ti ci vedo proprio nuvoloso!!

@Andre: lo so, da quando "mi pratichi" ti sei "ingrezzito" al quanto, ma...Tutt'è buonu e binirittu!! L'uomo rude acchiappa! (ma tu non hai più nulla da acchiappare, ok?? T'abbastavu io!) =*

Roberto ha detto...

mia nonna lo usava spesso e volentieri ma non sapevo che si chiamasse così :P